Matteo da Perugia, il primo “magister a cantu”

Manuele Morbidini

  Il rifiuto dell’idea di un medioevo integralmente tetro e oscurantista è ormai pressoché senso comune. Tuttavia, occupandosi di musica, non è così facile prescindere dall’immagine, consolidata nella tradizione umanistica, dei secoli bui: l’atto d’inizio del medioevo musicale è inequivocabilmente una stagione segnata dal furore distruttivo del cristianesimo nei confronti di tutta la musica che […]

Leggi tutto